Limite di spesa: € 1.000,00

Modalità di richiesta: Inserire la richiesta nel SOL. Procedere all’acquisto solo dopo aver ricevuto l’autorizzazione
(non si potranno rimborsare spese effettuate prima dell’autorizzazione del Direttore).
A spesa effettuata, compilare il modulo di chiusura allegando la scansione del documento di spesa.
Quando si riceve la mail di autorizzazione rimborso, portare in segreteria il documento originale (entro 30 gg). Si otterrà quindi rimborso immediato e in contanti.

Tipologia di spesa: Sono spese minute e di non rilevante entità, riguardanti imposte, tasse ed altri diritti erariali, spese postali, oneri per sdoganamento merci, minute spese di laboratorio e di ufficio, licenze software, spese per piccole manutenzioni e riparazioni, spese per materiale hardware minore (non inventariabile).

Motivazioni di spesa: Sono necessarie per sopperire con immediatezza ed urgenza ad esigenze funzionali del centro di responsabilità, quindi si intendono occasionali e per un singolo oggetto.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Tipologia di giustificativo:
a. Scontrino fiscale --- max 250,00 euro
Scontrino “parlante”, ossia con descrizione bene o servizio acquistato.
Non vanno bene scontrini con dicitura di REPARTO o VARIE; in questi casi occorrerà allegare documentazione del fornitore relativa alla spesa, con documento riepilogativo o documento di trasporto; in alternativa viene accettato il timbro del negozio con indicazione del materiale acquistato e firma del negoziante.

b. Ricevuta fiscale
Si rimborsa solo se intestata a TIFPA.

c. Fattura
DITTA ITALIANA: è obbligatoria la FATTURA ELETTRONICA intestata a:
TIFPA Via Sommarive 14 Trento - CF 84001850589 PI 04430461006 - CODICE IPA I4AX1G
specificando alla ditta che non siamo soggetti a split payment: quindi il richiedente dovrà pagare alla ditta solo l’IMPONIBILE. L’IVA sarà invece versata dal TIFPA

DITTA ESTERA: è obbligatoria INVOICE intestata a TIFPA. L’invoice non deve riportare l’IVA in quanto sarà pagata da TIFPA.

E’ fatto divieto di procedere con acquisti frazionati allo scopo di superare il limite fissato dal regolamento. Per importi superiori quindi si può ricorrere solo alla procedura dell’ordine e non del fondo economale.